loading...

Terremoto in Umbria, nuove scosse e Natale in tenda. Lo sfogo: “Ci trattano come bestie”

L’interesse mediatico si è esaurito e social e giornali hanno smesso di parlarne. Si potrebbe credere che la classe politica abbia mantenuto le promesse, che la ricostruzione sia completata, che le persone abbiano di nuovo un tetto sulla testa.

Ma al momento tutto resta immutato. Chi ha perso la propria casa è ancora nelle tendopoli o nelle palestre, e non ha idea di quando e come potrà tornare a una vita normale dopo il terremoto.

Lo sfogo di chi abita le tendopoli dopo il terremoto
C’è chi non riesce a trattenere l’amarezza e la frustrazione, e si lascia andare allo sfogo. La gente di Norcia che è alloggiata nelle tendopoli fa del proprio meglio per andare avanti e svolgere una vita che si avvicini il più possibile a quella normale, ma a volte è proprio dura. Soprattutto all’idea di festeggiare il Natale in tenda, invece che in quella che era la propria casa e che ora non esiste più.